Archive for 27/03/2012

He ‘rose: un antico spiritual

27/03/2012

come preparazione alla settimana santa, ecco un antico spiritual intitolato He ‘rose (He arose), in una versione arrangiata dal nostro direttore Nehemiah Borwn. Il testo, che ripercorre gli ultimi giorni di vita del Signore e termina con la sua resurrezione, dice:

hanno crocifisso il mio Signore e lo hanno inchiodato sull’albero
e il Signore porterà il mio Spirito a casa

Giuseppe (d’Arimatea, n.d.r.) prese il suo corpo e lo depose nel sepolcro
e il Signore porterà il mio Spirito a casa

Sorella Maria (Maddalena, n.d.r.) arrivò correndo in cerca del mio SIgnore
e il Signore porterà il mio spirito a casa

Un angelo scese dal cielo e rovesciò la pietra lontano
e il Signore porterà il mio spirito a casa

E’ risorto, è risorto, è risorto dai morti!!
e il Signore porterà il mio spirito a casa



Patrocinio regione Emilia Romagna al Faith Gospel Choir

15/03/2012

Abbiamo ricevuto in forma scritta dalla Regione Emilia Romagna il patrocinio per il tour che il Faith Gospel Choir ha effettuato a San Francisco nel gennaio 2012. Ci era già stato anticipato verbalmente e, a San Francisco, ne abbiamo ampiamente dato informazione.
Ne approfitto per scrivere ciò che ha significato per me questo viaggio.
Questo viaggio è stato la realizzazione di un desiderio espresso nel 2005 al ritorno dal mio primo viaggio in America con Nehemiah Brown: caro Nehemiah, da fondatore del coro il mio desiderio è portare tutto il Faith Gospel Choir in America a cantare il gospel davanti agli americani, con gli americani. Questa fu la sua risposta:  E ci riusciremo, se ci crediamo e se lo chiediamo al Signore.
Non è stato un percorso semplice e non sarebbe stato possibile con le sole forze mie e di Nehemiah: l’essere riusciti ad andare è stato un vero risultato corale, dove l’apporto di ogni singolo membro del coro-compreso quello di chi non ha potuto partecipare al viaggio per motivi familiari- è stato indispensabile.
Tutto quello che abbiamo visto, luoghi, persone, avvenimenti..tutto questo si può raccontare.
Far cantare gli americani la loro musica, cantare insieme a loro, far nascere un sorriso in una persona ammalata che non parla la nostra lingua, che non proviene dalle nostre stesse radici…questo no, non si può proprio raccontare. Questo resterà per sempre inciso nei nostri cuori.
Rossana Bonvento, presidente del Faith Gospel Choir

Enlarge my territory

07/03/2012

Bless me, Prayer of Jabez

Ciao Lucio

01/03/2012

Fabrizio del Andrè in una sua canzone diceva “lasciaci piangere un po’ più forte”
Un artista appartiene a tutti, ma da emiliani qual siamo vogliamo ringraziare il Signore per averci regalato Lucio Dalla, un figlio così pieno di talento.