Archive for the ‘qualche testo’ Category

He ‘rose: un antico spiritual

27/03/2012

come preparazione alla settimana santa, ecco un antico spiritual intitolato He ‘rose (He arose), in una versione arrangiata dal nostro direttore Nehemiah Borwn. Il testo, che ripercorre gli ultimi giorni di vita del Signore e termina con la sua resurrezione, dice:

hanno crocifisso il mio Signore e lo hanno inchiodato sull’albero
e il Signore porterà il mio Spirito a casa

Giuseppe (d’Arimatea, n.d.r.) prese il suo corpo e lo depose nel sepolcro
e il Signore porterà il mio Spirito a casa

Sorella Maria (Maddalena, n.d.r.) arrivò correndo in cerca del mio SIgnore
e il Signore porterà il mio spirito a casa

Un angelo scese dal cielo e rovesciò la pietra lontano
e il Signore porterà il mio spirito a casa

E’ risorto, è risorto, è risorto dai morti!!
e il Signore porterà il mio spirito a casa



I cori gospel cantano Gesù

25/10/2011


Natale si avvicina e con Natale si moltiplicano le richieste di concerti gospel, come se in Italia gospel sia espressione tipica di questa particolare e gioiosa festa.

Ma Gospel significa Vangelo e non esiste un particolare periodo dell’anno per parlare e annunciare il Vangelo: ogni occasione è buona.
Questo canto, tipicamente “gospel”, si chiama Stranger, e parla di uno “straniero” che si aggira per le strade della città compiendo strane cose: trasforma l’acqua in vino, risuscita i morti!
Nell’esecuzione del canto il nostro direttore, Nehemiah Brown, ci chiede proprio di rievocare nella mimica quelle che in passato si sarebbero definite “chiacchere da fontana” e che oggi chiameremmo gossip.

Ecco il testo:

“c’e’ un forestiero in città, sta donando la vista ai ciechi, e’ il grande liberatore!
Ha trasformato l’acqua in vino, ha anche guarito dalle malattie chi era prigioniero della propria invalidità.
Che sorta di uomo e’ mai questo
la cui voce può’ comandare al  mare, di cui i profeti hanno parlato?

Qualcuno dice anche che e’ l’Emanuele, il Dio con noi!
…questo forestiero, questo straniero, l’uomo che viene dalla Galilea
Conosci quell’uomo, lo conosci?
Chi e’ quell’uomo?
Egli è l’Uomo!
Quell’uomo è Gesù!”
Vedete? I cori Gospel cantano di Gesù!

Un canto gospel: my life, my love, my all

29/09/2011

questo brano dice:

“Le mie mani sono state fatte per adorarti, Il mio cuore, mio re, batte per te
Agnello, così vero, io mi arrendo a te
Mia vita (io te la dono)
Mio amore (io te lo dono)
Mio tutto

Il tuo tocco, il tuo bacio, la tua grazia per me,
È più profondo di quanto la mia anima può vedere
Il mio scopo è cambiato
Quando ho invocato il tuo nome
Mia vita (io te la dono)
Mio amore (io te lo dono)
Mio tutto


Dio si prende cura di te

14/09/2011

In una casa fatta di pietre,  in una capanna lontano da tutto, Dio si prende cura di te.
Che tu sia bianco, che tu sia nero, tutti sono preziosi alla Sua vista, Dio si prende cura di te.
Si prende cura del ricco e del povero, di chi è nella necessità,  del mendicante e del ladro.
Dio si prende cura di te: ti vuole bene, davvero bene!
Questo è il testo di questo bellissimo gospel, God Cares



spiritual e gospel: Swing Low sweet chariot

20/06/2011

“dondola dolcemente dolce carro….portami a casa”
Swing low Sweet Chariot è uno spiritual molto famoso… ed è uno dei brani che noi teniamo nel cuore perchè ci ricorda i nostri inizi come coro. E’ infatti il primo brano che Nehemiah Brown ci insegnò al seminario di canto gospel del giugno 2005.
E noi lo riproponiamo a ogni seminario: è un brano molto bello, molto significativo.
Gli schiavi, deportati dall’Africa in America, non avevano una lingua comune. Allora come oggi, però, non riuscire a comunicare nè fra loro nè con i loro padroni aggiungeva angoscia ad angoscia e diminuiva la redditività…. per cui alcuni americani coraggiosi decisero di infrangere la legge e insegnarono loro a leggere: per far questo utilizzarono un testo notissimo…la Bibbia. Impararono, sì, a leggere, ma nella Bibbia gli schiavi trovarono anche la speranza.

Swing low, sweet chariot
Coming for to carry me home
Swing low, sweet chariot
Coming for to carry me home

I looked over Jordan and what did I see
Coming for to carry me home
A band of angels coming after me
Coming for to carry me home

If you get there before I do
Coming for to carry me home
Tell all my friends I’m coming too
Coming for to carry me home

Gli schiavi si sono ispirati a Elia profeta, portato in cielo da un carro di fuoco, come racconta la Bibbia nel secondo libro dei Re, cap.2: “Mentre camminavano conversando, ecco un carro di fuoco e cavalli di fuoco si interposero fra loro due. Elia salì nel turbine verso il cielo”


Gospel, spiritual e quaresima: He rose

29/03/2011

E’ tempo di quaresima… la Santa Pasqua di Resurrezione si avvicina.

In questi giorni nei quali il tema dominante di tutti i telegiornali è la violenza, la guerra, l’intolleranza, la morte, mi piace trasmettervi il testo di questo antico spiritual che dice:

Hanno crocefisso il mio Signore e l’hanno inchiodato sulla croce: ma è risorto, è risorto dalla morte!

He Rose

They crucified my Savior, and nailed him to the tree,
they crucified my Savior, and nailed him to the tree,
they crucified my Savior, and nailed him to the tree
and the Lord will bear my spirit home.

Then Joseph begged his body and laid it in a tomb,
then Joseph begged his body and laid it in a tomb,
then Joseph begged his body, and laid it in a tomb,
and the Lord will bear my spirit home. (Refrain)

Sister Mary she came running, a-looking for my Lord,
Sister Mary she came running, a-looking for my Lord,
Sister Mary she came running, a-looking for my Lord,
and the Lord will bear my spirit home.

An angel came from heaven and rolled the stone away,
An angel came from heaven and rolled the stone away,
An angel came from heaven and rolled the stone away,
and the Lord will bear my spirit home.

He rose, he rose, he rose from the dead!
He rose, he rose, he rose from the dead!
He rose, he rose, he rose from the dead,
and the Lord will bear my spirit home.

Oh, what a pretty little baby!

09/12/2010

Oh, what a pretty little baby
Oh, what a pretty little baby
Born in a manger
Oh, what a pretty little baby
Jesus is his name

And the government shall be upon his shoulders
And his name shall be called wonderful
And the government shall be upon his shoulders
And Jesus is his name

Oh, Come let us adore him
Come let us adore him
Born the king of Angels
Oh, Come let us adore him
Jesus is his name. Jesus, Jesus, Jesus is His name!!

Questo bel canto di Natale della tradizione gospel si rifà a questo testo della Sacra Scrittura.

dal libro del profeta Isaia, cap.9, 1-2.5-6

Il popolo che camminava nelle tenebre vide una grande luce;
su coloro che abitavano in terra tenebrosa una luce rifulse.
Hai moltiplicato la gioia, hai aumentato la letizia.

Poiché un bambino è nato per noi, ci è stato dato un figlio.
Sulle sue spalle è il segno della sovranità ed è chiamato:
Consigliere ammirabile, Dio potente, Padre per sempre, Principe della pace;
grande sarà il suo dominio e la pace non avrà fine
sul trono di Davide e sul regno, che egli viene a consolidare e rafforzare